Benvenuti nel sito della Scuola di Karate tradizionale Bushido

Scuola di Karate stile Shotokan tradizionale dal 1977


Questo sito è dedicato alla Scuola di Karate tradizionale Bushido

e a tutti i Karateka che ne fanno e ne hanno fatto parte.





...come la superficie levigata di uno specchio

riflette qualunque cosa le stia intorno senza distorsioni

e una valle silenziosa riecheggia anche i rumori più deboli

allo stesso modo lo studente di karate

deve rendere vuota la mente da egoismi e debolezze


Gichin Funakoshi


Samurai II





Sekiun Harigaya, samurai vissuto nel XVII secolo, sviluppò una teoria facendo veri combattimenti nei quali uno dei due avversari poteva venire ucciso.
Sulla base di questa sua teoria egli creò una scuola in cui si ricercava uno "spazio" raggiungibile da ognuno, ma non con metodi ordinari.
Questo livello lo chiamò "sei" che significa "entrare nello spazio più sacro". Sekiun Harigaya insegnava a non imporre una filosofia particolare alla tecnica, e diceva che utilizzare la spada è simile ad utilizzare i bastoncini per mangiare che si tengono senza pensarci come se fossero un estensione delle mani. Diceva anche che non occorre concentrare un potere speciale nell’hara, ma è più importante seguire naturalmente il nostro corpo là dove ci porta, muovendoci come un bambino.
Egli sosteneva che non c’è movimento troppo veloce né troppo lento, non c’è una scelta privilegiata del momento d’intervento da rispettare ma semplicemente, guidati dal nostro corpo, ci si deve spostare senza alcun "ma", o "spazio temporale" tra noi e il nostro avversario. Se la distanza è troppo grande si dovrà avanzare fino a che diventi corretta, se la distanza è corretta allora si deve portare la tecnica.
Il metodo con il quale sviluppò la sua filosofia esprimeva una intenzione attraverso un movimento morbido, sciolto, istantaneo e indipendente dalla potenza.
Sekiun Harigaya sviluppò i principi più importanti delle arti marziali concernenti l'utilizzo dell’energia, del tempo e dello spazio attraverso la sua teoria e con l'ausilio di una raffinata tecnica segreta che manifesta un ideale spirituale "per raggiungere il regno del sacro":
Sulla base di questa consapevolezza arrivò a definire come "animalesche" le tecniche di combattimento a cui erano associate filosofie "barocche", finalizzate solo al combattere e al vincere.


Un pensiero...




Cessate ogni pratica basata sull'analisi intellettuale,
sempre a caccia di parole e discorsi.
Imparate quel passo indietro che rivolge
la vostra luce all'interno ed illumina voi stessi.
Allora corpo e mente cadranno spontaneamente
e il vostro volto originale sarà manifesto.

Dogen Zenji



Sospensione delle lezioni in presenza


In riferimento alle nuove disposizioni pervenute dalla regione Lombardia sulle procedure di contenimento dell'epidemia di COVID-19, tutte le lezioni di Karate vengono sospese fino a nuove indicazioni.


La nostra attività continua online!


La Scuola di Karate Tradizionale Bushido continua le sue attività sulle discipline marziali in modalità remota con l'ausilio di piattaforme informatiche.

Per informazioni: dojo@karatebushido.it


Ultimo aggiornamento sabato 10 aprile 2021


Il segreto della salute fisica e mentale non sta nel lamentarsi del passato, né del preoccuparsi del futuro, ma nel vivere il momento presente con saggezza e serietà.
La vita può avere luogo solo nel momento presente. Se lo perdiamo, perdiamo la vita. L'amore nel passato è solo memoria. Quello nel futuro è fantasia.
Solo qui e ora possiamo amare veramente. Quando ti prendi cura di questo momento, ti prendi cura di tutto il tempo.

Siddhartha Gautama




Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro.
Il guerriero per noi è chi sacrifica se stesso per il bene degli altri.
E’ suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a se stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell’umanità.

Toro Seduto




Ad ogni forza si contrappone una controforza.
La violenza, anche prodotta da buone intenzioni,
rimbalza sempre su chi l’ha generata.

Yamaoka Tesshu