Dizionario giapponese

Raccolta dei termini giapponesi in uso nel Karate e nella lingua comune giapponese


Pronuncia

  •  le vocali si pronunciano come in italiano;
  • la u si tende a non farla sentire; per esempio: zuki (pugno) si pronuncia zchi;
  • la y si pronuncia esattamente come la i; per esempio: yoi (pronti) si pronuncia ioi;
  • la g è sempre dura, come in ghiro; per esempio: gyaku (contrario) si pronuncia ghiacu;
  • la j è sempre dolce, come in giro; per esempio: jodan (livello alto) si pronuncia giodan;
  • la k è sempre dura, come in cane; per esempio: kizami (improvviso) si pronuncia chizami;
  • il ch è sempre dolce, come in ciao; per esempio: choku (diritto) si pronuncia ciocu;
  • lo sh è sempre dolce, come in sciame; per esempio: shi (il numero 4) si pronuncia sci;
  • il ts si pronuncia come una z; per esempio: tsuru (gru) si pronuncia zuru;
  • la h è sempre aspirata, come in hotel;
  • la r è piuttosto liquida, un suono a metà tra la r e la l;
Nei composti alcuni suoni in inizio di parola si trasformano come segue:
  • la h diventa b; esempio: da harai (spazzata) deriva gedan-barai (spazzata bassa);
  • la t diventa d; esempio: da tachi (posizione) deriva hangetsu-dachi (posizione a mezzaluna);
  • la k diventa g; esempio: da keri (calcio) deriva mae-geri (calcio frontale).

Inoltre bisogna ricordare che in giapponese tutte le sillabe sono accentate, il che in pratica corrisponde a non accentarne nessuna. Per esempio karate non si pronuncia né karaté karàte, ma bensì kà-rà-té.

Si deve considerare infine che alla stessa pronuncia possono corrispondere più ideogrammi, e quindi più significati dello stesso suono, a volte anche molto diversi tra loro (per esempio il termine go).


A

Age

sollevare, levare alto.

Age tsuki

colpo di pugno crescente.

Age empi uchi

colpo di gomito verso l'alto. (detto anche Tate empi o Tate hiji ate)

Age uke

parata crescente.

Age uke gyaku ashi

parata crescente sulla gamba opposta.

Ago

mento.

Ai

armonia.

Aikido

"via dell'armonia con l'energia universale"; arte marziale giapponese creata da O Sensei Ueshiba Morihei.

Ainuke

situazione di combattimento in cui non c'è vittoria né sconfitta.

An kei

potenza nascosta o invisibile.

Arigato

grazie.

Ashi

piede.

Ashi barai

spazzata di piede.

Ashi nukite (o Tsumasaki)

punta delle dita del piede.

Ashi waza

tecniche di piede.

Ashibo

tibia.

Ashibo kake uke

parata con la tibia.

Ashigaru

soldato di fanteria, un rango più basso di Samurai (lett.: appiedato).

Ashikubi

caviglia.

Ashikubi kake uke

parata con la caviglia.

Atama

testa.

Ate (o Atemi)

percossa.

Ate waza

tecnica di percossa.

Awase

coordinazione, armonizzazione.

Awase tsuki

colpo doppio di pugno a "U" stretto.

Ayumi ashi

marcia normale.

   


B


Bakufu

il governo dello Shogunato nel Giappone feudale.

Barai (o Harai)

spazzare, parare spazzando, falciare.

Basami (o Hasami)

forbici.

Bassai

penetrare la fortezza, nome di kata di Karate do (es. Bassai Dai e Bassai ShoMatsumura no Bassai, Oyatomari no Bassai ecc.) anticamente (in alcune scuole tuttora) chiamati Passai.

Bo

bastone di legno (lungo circa 180-185 cm.).

Bokken (o Bokuto)

spada di legno.

Boku

nord.

Bokuto (o Bokken)

spada di legno.

Bu

marziale, guerriero.

Budo

"via" marziale, insieme delle arti marziali giapponesi.

Bunkai

applicazione pratica di un kata (lett.: smontaggio).

Bushi

nobile guerriero.

Bushido

"via" del guerriero, codice cavalleresco medievale giapponese.


C


Chi

terra.

Chichi

capezzolo.

Chikai

vicino

Chikara

forza.

Choku

diritto, piccola coppa di saké.

Choku tsuki

pugno diritto.

Chonin

mercante.

Chu

medio.

Chudan

livello medio.

Chudan geri

calcio a livello medio.

Chudan oshi age uke

parata media pressante ascendente.

Chudan soto uke

parata media con l'avambraccio dall'esterno all'interno.

Chudan uchi uke

parata media con l'avambraccio dall'interno all'esterno.

Chudan ude uke

parata media con l'avambraccio.

Chudan tsuki

colpo di pugno medio.


D


Dachi (o Tachi)

posizione del corpo.

Dai

grande (in opposizione a Sho - piccolo).

Daikan

magistrato.

Daimyo

signore feudale.

Dan

livello, grado di cintura nera.

Dan tsuki

pugno consecutivo (con lo stesso braccio).

De

che avanza, che esce.

De ashi barai

spazzata sul piede che avanza.

Deai

anticipo, incontro.

Deai osae uke

parata pressante d'incontro.

Deshi

discepolo, studente.

Do

"via", cammino (Tao in cinese)

Dojo

"luogo dove si cerca la via", palestra di arti marziali tradizionali, luogo in cui si pratica meditazione Zen.


E


Edo

periodo 1603 - 1867 di dominazione della famiglia di shogun Togukawa (v.).

Ekkinkyo

metodo di addestramento fisico insegnato da Bodhidharma. Si basava sull'asserzione dell'unità tra spirito e corpo.

Eku (o Eiku o Kai)

remo in legno utilizzato dai pescatori di Okinawa per combattere i Samurai; attualmente è un'arma del Kobudo.

Embu




















Embusen

dimostrazione di combattimento concordato ed attuato da due competitori, evidenziante destrezza ed abilità, in cui vengono eseguite liberamente delle tecniche di attacco e di difesa in un tempo fissato. Si distinguono due tipi di embu, a seconda del livello agonistico dei partecipanti: il primo, definito embu A (base), prende spunto dal kihon ippon kumite e dal jiyu ippon kumite, cioè dai combattimenti preordinati; l’embu B (ippon shobu), invece, è messo in pratica da agonisti che mostrano di avere acquisito un elevato grado di destrezza e di abilità, con comportamento ed atteggiamenti propri del jiyu kumite (combattimento libero). Per entrambe le tipologie è previsto un numero minimo e massimo di tecniche di attacco e di difesa da portare nel tempo prestabilito di un minuto. Tra queste tecniche ve ne sono quattro di attacco obbligatorie, oltre alle quali il todome, ossia la tecnica definitiva finale che chiude l’embu. Sebbene la squadra, formata da due elementi, possa essere sia maschile sia mista, non cambiano i criteri di valutazione: buona espressione di tecnica e kime (energia), corretta scelta del tempo e della distanza nell’esecuzione, dimostrazione di spirito combattivo oltre che di un buon controllo fisico e mentale. Ultimo aspetto è la coreografia, ovvero l’esecuzione a buon livello di tecniche particolarmente complesse, facendone risaltare, senza esagerare, la qualità, l’efficacia e la forma.

tracciato d'esecuzione (del kata).

Empi

"volo di rondine": è il nome di un kata di Karate do anticamente (in alcune scuole tuttora) chiamato Wanshu.

Empi (o Hiji)

gomito.

Empi uchi (o Hiji ate)

percossa col gomito.

Empi uke

parata col gomito.

En

lontano

Ensho

tallone.


F


Fudo

immobile, immutabile, consolidato.

Fudo dachi

posizione consolidata.

Fudo shin

spirito inamovibile, mente immobile.

Fudo tai

corpo immobile.

Fumidashi

entrare avanzando.

Fumikae

cambio gamba.

Fumikiri

calcio tagliente.

Fumikomi

calcio battente.

Fumikomi age uke

parata crescente d'incontro.

Fumikomi shuto uke

parata d'incontro col taglio della mano.

Fumikomi ude uke

parata d'incontro con l'avambraccio.

Fun kei

pugno il cui punto di partenza si situa quasi a contatto del corpo avversario.

Furi

rotazioni.

Furi uchi

colpo roteato.

Furiotoshi uchi

colpo roteato verso l'alto.

Fuse no shisei

raggiungendo la posizione a terra.

Futon

trapunta imbottita.


G


Gai wan

bordo esterno dell'avambraccio.

Gake

aggancio, uncino, gancio (vedi Kake).

Gamae

guardia (v. Kamae).

Gankaku

"gru su una roccia": nome di un kata di Karate do anticamente (in alcune scuole tuttora) chiamato Chinto.

Gari

falciata, falciare.

Gassho

saluto a mani giunte.

Gassho uke

parata combinata con la base dei palmi.

Gasshuku

sessione estiva di allenamento intensivo (v. Kangeiko).

Gawa

lato.

Ge

basso.

Gedan

livello basso.

Gedan barai

parata bassa (spazzando).

Gedan gamae

guardia bassa.

Gedan geri

calcio a livello basso.

Gedan juji (o kosa) uke

parata bassa a "X".

Gedan kake uke

parata bassa a gancio.

Gedan kosa (o juji) uke

parata bassa a "X".

Gedan uke

parata bassa (a bloccaggio).

Geri

calcio (vedi Keri).

Gi

uniforme.

Go

cinque, forza.

Go no sen

difesa e contrattacco dopo l'attacco avversario.

Gohon kumite

combattimento convenzionale su cinque attacchi.

Goju ryu

stile di Karate do di area Shorei creato da Sensei Miyagi Chojun.

Gokui

insegnamento ultimo.

Gorei

guidare, condurre un gruppo.

Gorin

cinque anelli.

Gorin no sho

"il Libro dei Cinque Anelli": testo sulla strategia dell'arte della spada scritto da Miyamoto Musashi (1584 -1645).

Goshin

autodifesa.

Goshin do

la "via" dell'autodifesa.

Gozoku

feudatari locali.

Gyakigeki

contrattacco.

Gyaku

opposto, contrario.

Gyaku ashi

gamba opposta.

Gyaku hanmi

posizione semifrontale inversa.

Gyaku mawashi geri

calcio circolare inverso.

Gyaku tsuki

colpo di pugno opposto alla gamba avanzata.


H


Ha

corrente all'interno di un Ryu (scuola o stile).

Hachi

otto.

Hachiji (o Hachinoji) dachi

posizione naturale eretta.

Hai

sì.

Hai wan

dorso dell'avambraccio.

Hai wan nagashi uke

parata deviante col dorso dell'avambraccio.

Haishu

dorso della mano.

Haishu uchi

percossa col dorso della mano.

Haishu uke

parata col dorso della mano.

Haisoku

collo del piede.

Haito

taglio interno della mano (dalla parte del pollice e indice).

Hajime

cominciare, partire, eseguire.

Hando

contrazione.

Hangetsu

mezza luna. E' anche il nome di un kata di Karate do anticamente (in alcune scuole tuttora) chiamato Seishan.

Hangetsu dachi

posizione della mezza luna.

Hanmi

posizione semifrontale.

Hansoku

termine arbitrale di squalifica (lett.: perdente).

Happo

otto direzioni.

Hara

ventre, addome.

Hara kiri

taglio del ventre (suicidio rituale - v. seppuku).

Haragei

intuirsi a vicenda senza rendere espliciti i pensieri (lett.: tecnica del ventre).

Harai (o Barai)

spazzare, parare spazzando, falciare.

Harai te

spazzare con la mano.

Hasami (o Basami)

forbici.

Hasami tsuki

pugni a forbice.

Hasami uchi

percossa a forbice.

Hatamoto

feudatario diretto dello Shogun.

Hatchi

testa.

Heian

mente pacifica, nome di cinque kata di Karate do (H.ShodanH.Nidan,H.SandanH.Yodan ed H.Godan) anticamente (in alcune scuole tuttora) chiamati Pinan.

Heiho (o Hyoho)

"via della pace", strategia di combattimento.

Heiko

parallelo.

Heiko dachi

posizione eretta a piedi paralleli.

Heiko tsuki

pugni paralleli.

Heimin

sudditi comuni.

Heisoku dachi

posizione eretta a piedi completamente uniti.

Hejo

la strategia.

Henka waza

tecniche mutevoli, cambiamento di tecnica durante l'esecuzione.

Hi (o Kaza)

fuoco.

Hidari

sinistra.

Hidari shizen tai

posizione naturale con la gamba sinistra avanti.

Hidari renoji dachi

posizione a "L" con gamba sinistra avanti.

Hidari teiji dachi

posizione a "T" con gamba sinistra avanti.

Hiden

trasmissione segreta.

Higi

tecnica segreta.

Hiji ( o Empi)

gomito.

Hiji ate (o Empi uchi)

percossa col gomito.

Hiji suri uke

parata con il gomito scorrevole.

Hiki

tirare.

Hikiashi

richiamo del piede dopo una tecnica di calcio.

Hikiharau

liberarsi di.

Hikite

richiamo della mano.

Hikiyose

tirare vicino.

Hikui

vicino.

Hineri

torsione, rotazione.

Hinerite

torsione della mano.

Hiraken

pugno formato ripiegando, sino a toccare il palmo, le falangette delle dita.

Hiraken tsuki

colpo di pugno con la seconda falange delle quattro dita.

Hiraki

aprire.

Hiraki ashi

passo di apertura.

Hiraku

aprire, aperto.

Hishiryo

pensare senza pensare, al di là del pensiero.

Hitai

fronte.

Hitotsu

primo.

Hittsui (o Hiza)

ginocchio.

Hittsui uke

difesa col ginocchio.

Hiza (o Hittsui)

ginocchio.

Hizagashira

ginocchio.

Hiza geri

colpo di ginocchio.

Hiza kussu

ginocchio piegato.

Hoko

alabarda.

Hon

fondamentale.

Hyaku

cento.

Hyakue

punto di agopuntura sulla sommita del capo (in cinese bai hui).

Hyakushu

contadini, agricoltori.

Hyoho (o Heiho)

strategia di combattimento.

Hyoshi

cadenza, ritmo, integrazione delle cadenze che collegano ritmicamente uno o più soggetti e l'ambiente circostante nel quadro di un'attività culturale costituita in maniera tale da formare un equilibrio o un'armonia d'insieme.


I


Ichi

uno.

Ikebana

arte di disporre i fiori.

Ikken hissatsu

uccidere con un colpo solo.

Inko

gola.

Ippon

uno solo, è anche un termine arbitrale che indica una tecnica perfetta alla quale si attribuisce un punto pieno (v. Wazari).

Ippon ken

pugno formato dalla nocca del dito indice.

Ippon ken tsuki

colpo di pugno ad una nocca.

Ippon kumite

combattimento convenzionale ad un attacco.

Ippon nukite

attacco con la punta del dito indice.

Iyé

no.


J


Jiku ashi

gamba d'appoggio, gamba perno.

Jion

nome di un santo buddista e di un kata di Karate do (probabilmente creato nell'omonimo tempio di Jion ji).

Jitsu (o Jutsu)

tecnica.

Jitte (o Jutte)

"dieci mani": nome di un kata di Karate do.

Jiyu ippon kumite

combattimento semilibero ad un attacco.

Jiyu kumite

combattimento libero.

Jo

alto, luogo, bastone di legno (alto circa 120-140 cm.).

Jo sokutei

pianta del piede con le dita sollevate.

Jodan

livello alto.

Jodan age uke

parata crescente a livello alto.

Jodan gamae

guardia alta.

Jodan juji (o kosa) uke

parata alta a "X".

Jodan kosa (o juji) uke

parata alta a "X".

Jodan tsuki

colpo di pugno a livello alto.

Joho

verso l'alto (v. anche Kaho - verso il basso).

Jotai

tronco (nel corpo umano).

Ju

dieci, cedevolezza, dolcezza.

Ju jitsu

"arte della cedevolezza"; arte marziale tradizionale giapponese a mani nude.

Judo

"via della cedevolezza"; arte marziale giapponese creata da O Sensei Kano Jigoro come evoluzione del Ju jitsu.

Juji

incrociare, croce.

Juji uke

parata a "X" (o a croce).

Jumonji

taglio trasversale.

Jutte (o Jitte)

"dieci mani": nome di un kata di Karate do.


K


Ka kei

forza applicata per trasformare la forza dell'altro.

Kabuki

forma di teatro classico giapponese.

Kabuseru

avvolgere.

Kado

la "via dei fiori": arte delle composizioni floreali.

Kae ashi

cambio gamba.

Kagi

gancio.

Kagi tsuki

pugno a gancio.

Kaho

verso il basso.

Kaikomu

tenere (sotto il braccio).

Kaisho

mano aperta.

Kaite

ruotare, girare.

Kaiten

ruota.

Kakato

tallone.

Kakato geri

calcio col tallone.

Kake

aggancio, gancio, uncino. Nelle parole composte diventa gake.

Kake shuto uke

parata con il taglio della mano a gancio.

Kake te (o Kake shuto)

mano a gancio.

Kake uke

parata a gancio.

Kakiwake uke

parata a cuneo rovesciato.

Kakuto

polso piegato a testa di gru.

Kakuto uchi

percossa col polso piegato a testa di gru.

Kakuto uke

parata col polso piegato a testa di gru.

Kama

piccola falce usata per tagliare il riso; attualmente è un'arma del Kobudonormalmente usata in coppia.

Kamae

guardia (nelle parole composte diventa gamae).

Kamae te

in posizione di guardia pronti ad attaccare e a difendersi.

Kami

dei.

Kamikaze

"il vento degli dei": durante la seconda guerra mondiale indicava i combattenti che si suicidavano con i loro aerei contro obiettivi militari nemici.

Kana

sillabario semplificato giapponese sulla base dei più complicati ideogrammi cinesi (Kanji)

Kangeiko

sessione invernale di allenamento intensivo (v. Gasshuku).

Kanji

ideogrammi cinesi che formano la base del linguaggio scritto giapponese.

Kanku

"osservando il cielo", nome di kata di Karate do (es. Kanku Dai e Kanku sho) anticamente (in alcune scuole tuttora) chiamati Kushanku (v.).

Kao

faccia, viso.

Kara

vuoto.

Karada

corpo.

Karaku

leggermente.

Karate

mano vuota.

Karate do

"la via della mano vuota"; arte marziale tradizionale nata nell'isola di Okinawa.

Karate gi

uniforme per la pratica del Karate do.

Karateka

praticante di Karate do.

Karo

luogotenente.

Kata

forma, modello, esercizio di stile, stampo, spalla.

Kata guruma

tecnica di proiezione sulle spalle.

Katana

spada lunga dei Samurai.

Kawashi

schivata.

Kaza (o Hi)

il fuoco.

Kazasu

presa alta, tenere in alto.

Keage (o Kebanashi)

frustato, di slancio.

Kebanashi (o Keage)

frustato, di slancio.

Keiko

allenamento, becco di gallina.

Keito

base del pollice col polso a testa di gallina.

Keito uchi

attacco con la base del polso a becco di gallina.

Keito uke

parata con la base del polso a becco di gallina.

Kekomi

penetrante, di spinta.

Ken

spada, pugno.

Kendo

"via" della spada; arte marziale sviluppata dal Ken jitsu.

Ken-jitsu

tecnica della spada; scherma tradizionale giapponese.

Kentos

le nocche di indice e medio della mano.

Kentsui (o Tettsui)

pugno a martello.

Kentsui (o Tettsui) uchi

percossa col pugno a martello.

Kenyoho

combinazione di metodi.

Keri

calcio. Nelle parole composte diventa geri.

Keri waza

tecniche di calcio.

Kesa geri (o Yoko tobi geri)

calcio laterale volante (lett.: calcio diagonale).

Ki

energia universale, energia vitale, respiro (in cinese Ch'i).

Ki ko

esercizi di rafforzamento energetico (in cinese Ch'i Kung).

Kiai

unione di energia, armonia dell'energia interna dell'uomo con quella dell'universo, emissione sonora nelle tecniche definitive.

Kiba dachi

posizione del "cavaliere".

Kihon

fondamentali per lo sviluppo del Ki.

Kihon kumite

combattimento fondamentale.

Kihon ippon kumite

combattimento fondamentale ad un attacco.

Kihon sambon kumite

combattimento fondamentale a tre attacchi.

Kihon gohon kumite

combattimento fondamentale a cinque attacchi.

Kikai

"mare d'energia", parte del ventre situata sotto l'ombelico.

Kime

massima concentrazione di energia focalizzata in un punto (lett.: decisione estrema).

Kimi

decidere.

Kiri

fendente, tagliente.

Kirikae

cambio gamba.

 Kirikaeshi
 cambio gamba effettuato invertendo la posizione dei piedi

Kiritsu

alzarsi.

Kiru

tagliare, fendere.

Kiza

seduto con le gambe distese.

Kizami

improvviso.

Kizami tsuki (o Mae ate)

pugno frontale improvviso con il braccio anteriore.

Ko

piccolo (in contrapposizione a O - grande), dorso del pugno o della mano.

Koan

problema contraddittorio, principio di verità eterna trasmesso da un maestro.

Kobudo

disciplina marziale sviluppatasi ad Okinawa in cui vengono usate le armi non convenzionali quali SaiTonfaBoNunchakuKamaEku, ecc... (lett.: antiche arti marziali).

Kobushi

pugno normale.

Kodan

narrativa.

Koho

inversione di direzione.

Koko

bocca di tigre.

Kokoro

Cuore, spirito, anima di una persona o di una cosa (è analogo al termineShin).

Kokutsu dachi

posizione di guardia arretrata.

Kosa

croce o incrociare.

Kosa dachi

posizione a piedi incrociati.

Koshi

dente di tigre, parte carnosa sotto le dita dei piedi, anca, fianco.

Kote

polso.

Kozuka

piccolo coltello.

Ku

nove, vuoto, vacuità.

Kubi

collo.

Kumade

mano a zampa d'orso.

Kumi

incontro.

Kumite

combattimento (lett.: incontro di mani).

Kun

precetti, sistema di pronuncia giapponese dei caratteri cinesi (kanji).

Kushanku

nome di un ufficiale cinese maestro di Kempo di stanza ad Okinawa. Nome antico (in alcune scuole tuttora usato) di alcuni kata da lui introdotti ed ora chiamati Kanku (osservando il cielo).

Kutsu

atteggiamento, condizione.

Kyo

debolezza, vulnerabilità.

Kyodo

movimento.

Kyu

classe, grado inferiore.

Kyudo

la via dell'arco - arte marziale giapponese di tiro con l'arco.

Kyusho

punti vitali.

Kwatsu

vincere, metodo di rianimazione, emettere uno speciale grido con forte voce (nella pratica Zen).


M


Ma (o Ma-ai)

distanza giusta di combattimento, intervallo spazio temporale con un'idea di movimento.

Mae (o Zempo)

frontale, in avanti.

Mae ashi

gamba davanti.

Mae ashi geri

calcio con la gamba davanti.

Mae ate (o Kizami tsuki)

pugno frontale improvviso con il braccio anteriore.

Mae empi uchi

percossa di gomito frontale.

Mae geri

calcio frontale.

Mae geri keage

calcio frontale frustato o di slancio.

Mae geri kebanashi

calcio frontale frustato o di slancio.

Mae geri kekomi

calcio frontale di spinta.

Mae hiji ate

percossa di gomito frontale.

Mae muki

fronteggiarsi.

Mae tobi geri

calcio frontale volante.

Mae ude deai osae

parata con l'avambraccio pressante.

Mae ude hineri uke

parata con torsione dell'avambraccio.

Mae (o Zempo) ukemi

caduta in avanti.

Mageru

curvare.

Maki kaeshi

bloccare un attacco e rinviarlo.

Makiwara

bersaglio elastico per allenare i colpi (lett.: fascio di paglia).

Mama

com'è.

Mato

punto vulnerabile.

Mawashi

circolare.

Mawashi empi uchi

percossa di gomito circolare.

Mawashi geri

calcio circolare.

Mawashi hiji ate

percossa di gomito circolare.

Mawashi tsuki

pugno circolare.

Mawashi uchi

percossa circolare.

Mawashi uke

parata circolare.

Mawatte

girare.

Me

occhio.

Mei kei

potenza visibile.

Meiji

periodo compreso tra il 1868 e il 1912 corrispondente al regno dell'imperatore Meiji.

Meikyo

nome di un Kata di Karate-do (lett.: specchio luminoso).

Michi

via, itinerario (sinonimo di Do).

Michi shirube

indicare la via.

Midare

esercizio di combattimento caratteristico del Karate do Shotokai in cui si schivano gli attacchi portati da uno o più avversari.

Migi

destra.

Migi shizen tai

posizione naturale con gamba destra avanti.

Migi renoji dachi

posizione a "L" con gamba destra avanti.

Migi teiji dachi

posizione a "T" con gamba destra avanti.

Mikado

imperatore giapponese.

Mikazuki geri

calcio a luna crescente.

Mikiri

verificare.

Mimi

orecchio.

Miru

guardare.

Mizu

acqua.

Mizu nagare

flusso d'acqua.

Mokuso

pensare in silenzio.

Mondo

domande e risposte tra maestro e discepolo.

Morote

due mani.

Morote sukui uke

parata raccolta con le due mani.

Morote tsukami uke

parata a due mani con presa.

Morote tsuki

attacco a due pugni simultanei.

Morote uchi

percossa a due mani.

Morote uke

parata a due mani.

Mune

torace, petto.

Mushashugyo

viaggio effettuato da un Samurai per approfondire la sua arte di combattimento.

Mushin no shin

concetto Zen della "mente senza mente".

Mushotoku

senza scopo né spirito di profitto.

Musubi dachi

posizione eretta a talloni uniti e punte dei piedi divergenti di 90 gradi.

Muto

tecnica per combattere senz'arma un uomo armato di spada (lett.: senza spada).


N


Nagashi

deviare, fluire, accompagnare.

Nagashi tsuki

pugno fluente.

Nagashi uke

parata deviante.

Nageashi

proiezione di gamba.

Nage waza

tecniche di proiezione.

Naginata

alabarda giapponese.

Nai wan

interno dell'avambraccio.

Naikan

introspezione.

Nakadaka ippon ken

pugno con la nocca del medio sporgente.

Nakadaka ken

pugno con la nocca del medio sporgente.

Namigaeshi

parata fluttuante di gamba.

Nan

sud.

Naname

obliquamente, diagonalmente.

Naore

ritornare in Yoi.

Neko

gatto.

Neko ashi dachi

posizione del gatto.

Ni

due.

Nidan

secondo grado.

Nidan geri

doppio calcio volante.

Nigiru

chiudere.

Nihon nukite

attacco con le punte dell'indice e del medio.

Nippon Kempo

boxe giapponese nata negli anni '50 sulla base del Karate do e del Ju Jitsu; creata dal monaco Doshin So.

No

antichissima forma di teatro giapponese.

Nobasu, Nobashi

distendere, allungare.

Nodo

gola.

Nukite

mano a lancia.

Nukite tsuki

attacco con la mano a lancia.

Nunchaku

arma derivata da un attrezzo agricolo formata da due bastoni uniti da una corda o da una catena.


O


O

grande.

Obi

cintura

Oi

che prosegue, avanzare.

Oi tsuki

pugno che prosegue, pugno lungo.

Oikomi

entrare avanzando.

Okinawa

isola dell'arcipelago delle Ryu Kyu.

Okinawa te

(lett.: mano di Okinawa) tecniche di combattimento a mano nuda originarie dell'isola di Okinawa che sono all'origine del Karate.

Okuri

a due, coppia, dietro.

Okuri ashi

gamba dietro, scivolamento del corpo indietro (v. tsuri ashi).

Omote

fronte, facciata, diritto (in contrapposizione ad Ura - rovescio).

Omote waza

tecnica di facciata.

Osaeru

trattenere.

Osae

pressante.

Osae uke

parata pressante.

Oshi

spingere.

Oshi ateru

percuotere.

Oshikomu

spingere con forza.

Oshinobasu

spinta-estensione.

Otoshi

spingere verso il basso.

Otoshi empi uchi

percossa col gomito verso il basso.

Otoshi hiji ate

percossa col gomito verso il basso.

Otoshi uchi

percossa verso il basso.

Otoshi uke

parata verso il basso.


R


Rei

saluto.

Ren

combinare, collegare.

Ren tan

rafforzamento di energia.

Ren geri

due tecniche consecutive di calcio.

Ren mae geri

doppio calcio frontale.

Ren tsuki

due tecniche consecutive di pugno.

Renoji dachi

posizione a "L".

Renzoku geri

combinazione di calci.

Renzoku tsuki

concatenazioni di attacchi di pugno.

Renzoku waza

combinazioni di tecniche, concatenazioni.

Ricken (o Uraken)

dorso del pugno.

Ricken uchi (o uraken uchi)

attacco col dorso del pugno.

Rin

anello.

Rinzai

setta Zen (in cinese lin tsi) in cui lo Zazen è il metodo per raggiungere ilsatori.

Ritsu rei

saluto tradizionale in piedi.

Ritsu zen

esercizio di rafforzamento energetico eseguito in piedi.

Roku

sei.

Ronin

guerriero senza padrone.

Ryo

entrambi.

Ryo koshi

da entrambi i lati.

Ryo sho awase

a mani unite.

Ryo soku

da entrambi i lati.

Ryu

stile o scuola.


S


Sabaki

schivare.

Sado

la "via del tè".

Saho

a sinistra.

Sai

arma del Kobudo solitamente usata in coppia; è uno stiletto in ferro munito di due bracci ricurvi detti yoku che si trovano tra l'elsa (tsuka) e il corpo (monouchi).

Sake

vino ottenuto dalla fermentazione del riso.

Sakki

atmosfera creata dalla volontà di uccidere.

Sameru

attaccare.

Samurai

soldato di ventura giapponese, sinonimo di bushi.

Sambon kumite

combattimento di tre attacchi su tre passi.

Sambon (o Sanren) tsuki

tre colpi di pugno combinati.

San

tre.

Sanchin dachi

posizione a clessidra.

Sandan

terzo grado.

Sankaku

triangolo.

Sankaku tobi

salto a triangolo.

Sanren (o Sambon) tsuki

tre colpi di pugno combinati.

Satori

illuminazione, risveglio alla verità cosmica.

Seiken

pugno normale fondamentale.

Seiken choku tsuki

colpo diretto di pugno fondamentale.

Seiryuto

mano a sciabola.

Seiryuto uchi

percossa con la mano a sciabola.

Seiryuto uke

parata con la mano a sciabola.

Sei suru

controllare.

Seiza

posizione in ginocchio (v. anche Zazen).

Sen

iniziativa.

Sen no sen

attaccare nel momento in cui l'avversario decide di attaccare.

Sensei

maestro di dojo.

Sensei ni rei

saluto al Maestro.

Seppuku

suicidio rituale giapponese eseguito tagliandosi l'addome (v. hara kiri).

Sesshin

periodo intensivo di meditazione in Zazen.

Shi

quattro, morte.

Shiatsu

digitopressione tradizionale giapponese.

Shichi

sette.

Shiho

nelle quattro direzioni.

Shiho geri

tecniche di calcio nelle quattro direzioni.

Shiho wari

rottura delle tavole (v. tameshiwari) nelle quattro direzioni.

Shikake waza

tecniche di provocazione, finte.

Shikantaza

semplicemente sedersi, concentrarsi nella pratica dello Zazen.

Shiki

i fenomeni, il mondo visibile.

Shikko

movimento in ginocchio (v. Seiza e Suwariwaza).

Shiko dachi

posizione quadrata, posizione Sumo.

Shimei (o Chi-mei)

attacco potenzialmente mortale.

Shimoseki

lato inferiore.

Shimoza

zona inferiore.

Shin

spirito, cuore, anima di una persona o di una cosa (è analogo al termineKokoro).

Shinai

spada di bambu.

Shinobi

ladro.

Shinobi ashi

"passo del ladro".

Shinto

religione politeista giapponese (lett.: la via degli dei).

Shisei

posizione.

Shita

verso il basso.

Shita muki

guardando in basso.

Shita ni

giù, sotto.

Shito ryu

stile di Karate do creato da Sensei Mabuni Kenwa.

Shittsui

ginocchio.

Shizen tai

posizione naturale.

Sho

piccolo (in contrapposizione a Dai - grande), primo, palmo, mano.

Shodan

primo grado.

Shogun

alto dignitario feudale che, sotto il regno degli imperatori del Giappone, deteneva il potere effettivo.

Shomen

di fronte, davanti, anteriore.

Shomen muki

guardando avanti.

Shomen ni rei

saluto di fronte (nelle manifestazioni è il saluto al pubblico.

Shomen uchi

percossa in avanti (solitamente in shuto).

Shoto

pseudonimo con cui Sensei Funakoshi Gichin, Maestro di Karate do, firmava le sue poesie (lett.: onde di pino).

Shotokai

"collegio di Shoto". Organizzazione formata dagli allievi di Sensei Funakoshi per aiutare il Maestro. Nome dello stile di Karate do sviluppato da Sensei Egami Shigeru quale evoluzione della scuola del suo Maestro Sensei Funakoshi Gichin.

Shotokan

"scuola di Shoto". Nome del dojo di Sensei Funakoshi Gichin ora sede della Japan Karate do Shotokai Association. Nome dello stile di Karate do sviluppato da Sensei Funakoshi Yoshitaka quale evoluzione della scuola del padre Sensei Funakoshi Gichin.

Shu (o Te)

mano.

Shu wan

avambraccio.

Shubo

avambraccio.

Shushi

etica.

Shuto

taglio esterno della mano (dalla parte del mignolo).

Shuto barai

parata semicircolare col taglio esterno della mano.

Shuto uchi

percossa col taglio esterno della mano.

Shuto uke

parata col taglio esterno della mano.

Sochin

nome di un Kata di Karate-do (lett.: So = forza e Chin = calma).

Sochin dachi

posizione forte e calma.

Soeru

attacco.

Sokui zuke

tecnica nella quale si "incolla" la propria spada (o altra arma) a quella dell'avversario (lett.: incollare con colla di riso).

Sokuho

lato.

Sokumen awase uke

parata laterale con le mani combinate.

Sokutei

pianta del piede.

Sokutei mawashi uke

parata circolare con la pianta del piede.

Sokutei osae uke

parata pressante con la pianta del piede.

Sokuto

taglio esterno del piede (dalla parte del mignolo).

Sokuto osae uke

parata pressante col taglio esterno del piede.

Sono mama

così com'è.

Sorashi

finta.

Soto

esterno, setta Zen.

Soto muki

guardando verso l'esterno.

Soto uke

parata dall'esterno verso l'interno.

Suigetsu

plesso solare.

Suki

deconcentrato, apertura.

Sukui

cucchiaio.

Sukui uke

parata a cucchiaio

Sumo

lotta tradizionale giapponese.

Sun

unità di lunghezza pari a circa 3 centimetri.

Sun dome

fermare un colpo immediatamente prima del contatto.

Sun kei

pugno inviato da una distanza di circa 3 centimetri dal bersaglio.

Suri ashi

vedi Tsuri ashi.

Susumi

avanzare.

Sutemi waza

tecniche d'emergenza.

Sutra

inno religioso.

Suwari

inginocchiarsi in Seiza.

Suwariwaza

tecniche in ginocchio (v. Shikko e Seiza).


T


Tachi

spada lunga dei Samurai.

Tachikata

posizione del corpo.

Tai

corpo, attendere (contrapposto a Ken = attaccare).

Tai no sen

parare e contrattaccare contemporaneamente all'attacco avversario (v.HyoshiSen no sen e Go no sen).

Tai sabaki

rotazione del corpo, schivata.

Tai soku ni

a lato del corpo.

Taikyoku

causa primaria, nome di tre kata(T.ShodanT.Nidan e T.Sandan creati da Sensei Funakoshi Gichin.

Tameshi wari

esercizio di rottura di tavole.

Tanden

basso addome.

Tanto

pugnale.

Tatami

materassina (in origine era di paglia di riso pressata).

Tate

verticale.

Tate empi uchi

percossa di gomito verticale ascendente.

Tate hiji ate

percossa di gomito verticale ascendente.

Tate ken

mano a pugno verticale.

Tate mawashi uchi

colpo circolare verticale.

Tate nukite

mano a spada verticale.

Tate shuto

mano a taglio verticale.

Tate shuto uke

parata con la mano a taglio verticale.

Tate tsuki

colpo di pugno verticale.

Tateru

alzare.

Tatsu

rimanere in piedi.

Te (o Shu)

mano.

Te nagashi uke

parata deviante con la mano.

Te osae uke

parata pressante con la mano.

Te waza

tecniche di mano.

Teiji dachi

posizione a "T".

Teiko

resistenza.

Teisho

base del palmo della mano.

Teisho awase uke

parata con i palmi delle mani combinati.

Teisho tsuki

colpo diretto con la base del palmo.

Teisho uchi

percossa con la base del palmo della mano.

Teisho uke

parata con la base del palmo della mano.

Teisoku

pianta del piede.

Tekki

"montando a cavallo": nome di tre kata di Karate do (T.ShodanT.Nidan eT.Sandan) anticamente (in alcune scuole tuttora) chiamati Naihanchi.

Tekubi

polso.

Tekubi kake uke

parata con il polso a gancio.

Ten

cielo, universo.

Tenno

imperatore giapponese (lett.: figlio del cielo).

Tettsui (o Kentsui)

pugno a martello.

Tettsui (o Kentsui) uchi

percossa col pugno a martello.

To

mano, spada, est.

To ate

portare un colpo a distanza (senza contatto).

To de

"mano cinese", sinonimo di Okinawa te (v.).

Tobi

saltare.

Tobi geri

calcio volante.

Tobi goshi

saltare fuori.

Tobi komi

saltare all'interno.

Tobi yoko geri

calcio laterale volante.

Tobiagari

saltare.

Togukawa

famiglia di shogun che regnarono in Giappone dal 1603 al 1867, epoca, sinonimo dell'epoca Edo (v.).

Tokui

favorito, preferito.

Tokui kata

il kata preferito.

Tokui waza

la tecnica preferita.

Tombogaeri

salto mortale.

Tomo ni

insieme.

Tonfa

arma derivata da attrezzo agricolo formata da un basone con impugnatura perpendicolare, di solito usato in coppia.

Tori

colui che attacca.

Tsugi

successione.

Tsugi ashi

marcia successiva (piede scaccia piede).

Tsukami

afferrare, prendere.

Tsukami uke

parata con presa dell'avversario.

Tsukamiyose

presa con strattone.

Tsukeru

attacco, presa.

Tsuki (o zuki)

attacco diretto di pugno.

Tsuki uke

pugno parata.

Tsukidashi

colpo.

Tsukkomi

spingere.

Tsumasaki (o Ashi nukite)

punta delle dita del piede.

Tsumasaki dachi

posizione sulla punta dei piedi.

Tsuri ashi

scivolamento del corpo (v. Yori ashi e Okuri ashi).

Tsuruashi dachi

posizione della gru.

Tsuyoi

forte.

Tsuyoku

con forza.


U


Uchi

percossa, interno.

Uchi hachiji dachi

posizione naturale a piedi convergenti.

 Uchi komi
 entrare e colpire, ripetizione di tecniche con un compagno

Uchi uke

parata dall'interno verso l'esterno.

Uchi waza

tecniche di percossa.

Uchideshi

discepolo interno, discepolo diretto.

Uchigawa

interno, lato interno.

Ude

avambraccio.

Ude uke

parata con l'avambraccio.

Ue

su, in cima a, sopra, in alto.

Ue muki

guardare in alto.

Uho

verso destra.

Ukasu

galleggiare.

Uke

parata, bloccaggio, colui che subisce un attacco.

Uke waza

tecniche di parata.

Ukemi

caduta.

Undo

esercizio.

Unsoku

spostamenti.

Ura

nascosto, dissimulato, rovescio (in contrapposizione ad Omote - diritto, evidente, di facciata).

Ura tsuki

pugno rovesciato, pugno stretto.

Ura waza

tecnica nascosta, dissimulata.

Uraken (o Ricken)

dorso della mano.

Uraken (o Ricken) uchi

percossa col dorso della mano.

Ushiro

indietro.

Ushiro ashi geri

calcio con la gamba dietro.

Ushiro empi uchi

percossa col gomito all'indietro.

Ushiro geri

calcio all'indietro.

Ushiro hiji ate

percossa col gomito all'indietro.

Ushiro muki

guardando indietro, guardando alle spalle.

Ushiro ukemi

caduta indietro.

Utsui

sollevare.


W


Wa

circolare, pace.

Wado ryu

scuola della via della pace; stile di Karate do creato da Sensei Otsuka Hironori.

Waka

epigrammi in versi.

Waki

ascella, fianco.

Waki gamae

guardia di profilo.

Wakizashi

spada corta dei Samurai.

Wan

avambraccio.

Wanto

avambraccio.

Washide

mano a testa d'aquila.

Waza

tecnica.

Wazari (o Waza-ari)

termine arbitrale per indicare una tecnica valida ma non perfetta che determina l'attribuzione di un mezzo punto; due Wazari determinano unIppon (v.).


Y


Yakusoku kumite

combattimento prestabilito.

Yama

montagna.

Yama gamae

posizione di guardia "della montagna".

Yama tsuki

doppio colpo di pugno a "U" largo (o "a montagna").

Yame

arrestarsi, fermarsi.

Yari

lancia giapponese.

Yasume

rilassarsi.

Yaya

leggermente.

Yaya asaku

leggermente superficiale.

Yoi

pronti, attenzione, a posto, stato di attenzione psicofisica da cui si inizia ogni azione.

Yoi dachi

posizione specifica abbinata allo stato di Yoi in funzione di un determinato esercizio.

Yoko

laterale.

Yoko empi uchi

percossa di gomito laterale.

Yoko geri

calcio laterale.

Yoko geri keage

calcio laterale di slancio, frustato.

Yoko geri kebanashi

calcio laterale di slancio, frustato.

Yoko geri kekomi

calcio laterale spinto.

Yoko hiji ate

percossa di gomito laterale.

Yoko tobi geri (o Kesa geri)

calcio laterale volante.

Yoko uchi

percossa laterale.

Yoko ukemi

caduta laterale.

Yomi

previsione, intuizione della volonta dell'avversario, arte di prevedere e prevenire.

Yomu

prevenire, prevedere, leggere, intuire, decifrare.

Yonhon nukite

colpo con la mano a lancia (con la punta delle 4 dita riunite).

Yori ashi

scivolamento del corpo in avanti (v. Tsuri ashi e Okuri ashi).

Yu

funzione essenziale delle cose.

Yuchi

dito.


Z


Za

posizione seduta.

Zai

ovest.

Zanshin

stato mentale di allerta (lett.: mantenere lo spirito).

Zazen

meditare in posizione Seiza.

Zarei

saluto formale in posizione Seiza.

Zempo (o Mae)

in avanti.

Zempo (o Mae) ukemi

caduta in avanti.

Zen

(dyana in sanscrito e ch'an-na in cinese) corrente contemplativa di buddismo mahayana (o del grande veicolo) fortemente influenzata dal taoismo filosofico cinese.

Zenkutsu dachi

posizione frontale, posizione di guardia avanzata.

Zenpo

direzione frontale.

Zori

sandali di paglia.

Zuki (o Tsuki)

colpo diretto di pugno (abitualmente si scrive tsuki).