Altri anni: 2018, 2017, 2016, 2015, 2014, 2013, 2012, 2011
2014


6, 7 e 8 Dicembre 2014
Allenamento tecnico a Lerici

Il M.o Fabio, Mauro, il M.o Enzo e Diego





29 Novembre 2014
Approfondimento sulla lezione






26 Ottobre 2014
"Stage per tutti "e festa di Karate "Città di Gavi"



Il giorno Domenica 26 Ottobre 2014 si è svolta a Gavi, presso il Palazzetto dello Sport di
via Cavalieri di Vittorio Veneto lo stage di Karate stile Shotokan tradizionale "Stage per tutti".

2014 Stage e festa "Città di Gavi"

Lo stage è stato tenuto dal Maestro Enzo Tranchini 8° Dan e dal Maestro Luigi Zeni 8° Dan.





5 Ottobre 2014
Approfondimenti: il Kata



Il Kata non è una semplice sequenza di tecniche da portare con un tempismo ed una forza precisa, il Kata è una codifica, il più delle volte criptica, che si svela al Karateka solo dopo anni di dedizione e di allenamento. Nella lingua giapponese Kata significa "Forma", ma la sua essenza non si riduce al solo aspetto estetico.
La ricerca della perfezione nelle posizioni, negli spostamenti, nelle tecniche, nei tempi di esecuzione e nell'atteggiamento mentale ha come fine ultimo la ricerca di se stessi attraverso la massima efficacia nell'esecuzione delle tecniche.

Tecnicamente rappresenta il metodo basilare per poter progredire nella conoscenza del Karate poiché racchiude sia lo studio delle tecniche fondamentali del kihon sia la tattica del kumite rispettando il ritmo rappresentato dal concetto di spazio-tempo nella ricerca della distanza.

Nel Kata non c'è niente di superfluo e solo un costante e serio allenamento coadiuvato dall'aiuto indispensabile del proprio Maestro può permettere al Karateka di carpirne il significato. Nel Kata ogni movimento è stato studiato per tramandare i principi fondamentali e le strategie dalla realtà dei combattimenti creando così un concentrato di tecniche di studio assolutamente fondamentale e irrinunciabile.




I Dieci elementi fondamentali del Kata sono:

YIO NO KISIN:
Lo stato mentale in cui il Karateka deve calarsi nel momento che affronta il Kata, è il classico stato di concentrazione simile a quello di un cacciatore in una foresta di animali feroci, la concentrazione mentale che l'individuo assume quando si sente attaccato.

INYO:
L'Attivo e il Passivo, ricordarsi sempre durante l'esecuzione del Kata l'attacco e la difesa.

CHIKARA NO KIOJAKU:
La Forza, il modo di usare la forza e il grado di potenza da impiegare esattamente in ogni momento del Kata, in ogni posizione.

WAZA NO KANKYU:
La Velocità, il grado di velocità da usarsi in ogni tecnica del Kata, in ogni posizione.

TAINO SHIN SHOKU:
La Contrazione e l'Espansione, Il grado di contrazione ed espansione del corpo in ogni posizione e tecnica del Kata.

KOKYU:
La Respirazione, si riferisce al controllo della respirazione sempre in perfetta sintonia con ogni movimento del Kata. La respirazione corretta è fondamentale nel Karate.

TYAKUGAN:
Il Significato, Il significato delle varie tecniche. Il Karateka per rendere realistico il Kata deve eseguire ogni tecnica come se stesse effettivamente combattendo, ricordare il Significato di ogni movimento e visualizzarlo mentalmente, questo è di grande beneficio all'economia del Kata.

KIAI:
L'unione del Corpo con la Mente, attraverso il Kiai il Karateka esprime il suo spirito combattivo, il Kiai è parte del Kata e va eseguito nei punti prestabiliti.

KEITAI NO HOJI:
La Posizione, si riferisce alla corretta posizione da tenersi in ogni azione del Kata. Eseguire delle posizioni sempre uguali e corrette ci permette di tornare esattamente alla linea di partenza (En-Busen).

ZANSHIN:
La Guardia, restare nella guardia è lo stato mentale di allerta che si deve tenere a Kata terminato, prima di tornare nello stato mentale dello Ioi (Ioi No Kisin). Dopo aver ottenuto un perfetto Zanshin ci si rilassa e poi si effettua il saluto Rei.





1 Settembre 2014
Un nuovo altare per il Dojo


Ancora una volta, grazie all'arte e alla dedizione della nostra cintura nera Daniele
il nostro Dojo ha un nuovo bellissimo 
altare 祭壇



Ogni dojo o luogo di pratica ha un lato che viene considerato il più importante dai praticanti.
Il primo ideogramma sho significa proprio, "corretto", mentre men significa lato, facciata.
Lo shomen orienta il dojo nello spazio fisico, è il lato che dà una identità al luogo di pratica.
Nei dojo sullo shomen vengono messi oggetti come ritratti di maestri del passato,
fondatori di scuola e altri oggetti intesi a dare un volto alla scuola.
I maestri e gli studenti si inchinano all'inizio ed alla fine della loro pratica verso lo shomen.
Questo gesto riunisce tutte le forme di rispetto verso la scuola, la sua storia, i suoi appartenenti.
L'inchino nel karate non è una forma di venerazione ma un preciso segno di rispetto.
Nulla vieta di avere religioni diverse ed inchinarsi comunque tra studenti o verso lo shomen in un dojo. L'inchino non è una forma di inferiorità e non ci si dovrebbe sentire offesi o umiliati da questo aspetto appartenente ad una etichetta giapponese. Quando ci si inchina verso lo shomen lo si fa tutti, sensei compresi. Sarebbe una forma di arroganza considerarsi al di sopra delle tradizioni quando queste vengono seguite anche dal proprio insegnante. Che uno sia o no giapponese, che abbia cultura diversa e tradizioni diverse non importa, una volta nel dojo bisognerebbe mostrare di aderire alle regole del karate e alle sue tradizioni e rispettare sempre dojo,shomen, sensei e compagni.




1 Settembre 2014
Informazioni sulla ripresa delle lezioni


Le lezioni riprendono regolarmente il giorno Martedì 9 Settembre.
 



27 Giugno 2014
Lezione con il Maestro Fabio Rossini


Il Maestro Fabio Rossini ha tenuto una lezione per le sole cinture nere e marroni della scuola Bushido





6 Giugno 2014
Festa del Dojo Bushido


Venerdì abbiamo condiviso tutti insieme la nostra ormai tradizionale festa
in occasione della fine delle lezioni per la pausa estiva.
Un sincero ringraziamento va a tutti gli allievi e ai genitori che con la loro passione hanno ancora una volta permesso tutto questo. OSS!!





6 Giugno 2014
Il Dojo Bushido ha una nuova cintura nera


Congratulazioni a Daniele Rocutto che il giorno 3 Giugno 2014 ha conseguito il grado di I° Dan





6 Giugno 2014
A Pasquale
è stato conferito il II Dan


Congratulazioni a Pasquale Torres che ha conseguito il grado di II° Dan





10 Maggio 2014
Associazione con AKIDO



Nel 2014 pur mantenendo l'affiliazione all'US ACLI la scuola Bushido si associa all'Accademia Karate Italia Discipline Orientali del M.o Vincenzo Tranchini.




22 Marzo 2014
Gara sociale AKIDO a Gordona








19 Gennaio 2014
Un cimelio




Questa è stata una delle cinture del M.o Fabio Rossini.
La cintura si è praticamente spezzata dall'intenso e continuo utilizzo.




11 Gennaio 2014
Allenamento tecnico a Gavi

Foto di gruppo dopo l'incontro tecnico

Un momento dello stage